Precario Park

Che la “città della moda” al pari di altri outlet fosse un luogo per rivendere a prezzi scontati gli scarti delle collezioni si sapeva già, così come che oltre a generare consumismo e a depredare territori, la flessibilità del lavoro è un elemento imprescindibile: straordinari, festivi obbligatori, orari che mutano ogni giorno; il personale, spesso giovane e senza qualifiche, viene assunto con contratti atipici e a tempo determinato.

A questo si aggiunge tutta una serie di meccanismi disciplinari e di abusi, come il mobbing, che scoraggiano qualsiasi forma di tutela del lavoratore,come ad esempio l’adesione ad un sindacato. In quest’ottica va letta la recente circolare della direzione del Fashion District che vieta ai/alle dipendenti di parcheggiare la propria auto nei parcheggi riservati obbligandoli, specie durante i saldi estivi, a girare sotto il sole per trovare parcheggio e, ancora più ridicolo, ostentare affluenza.

Il paradigma della precarietà lavorativa e di vita passa per luoghi come l’Outlet di Bagnolo: per questo abbiamo “festeggiato” lì il primo maggio, colpito la pagina fb dell’azienda e iniziato un lavoro di inchiesta. Riportiamo il comunicato delle operatrici e degli operatori del Fashion District per sostenerli e continuare a solidarizzare con il loro percorso.

Operatori del centro

Purtroppo la direzione del Fashion District di Mantova nella persona del direttore Cattrini continua con un comportamento che ha l’unico scopo di danneggiare noi lavoratori del centro.

La circolare in riferimento all’accesso al parcheggio è l’ultima goccia che farà però questa volta sicuramente traboccare il vaso essendo la nostra pazienza esaurita. Cacciare dai parcheggi le nostre auto ha l’unico risultato, durante i saldi di luglio con i parcheggi già pieni, di costringerci a giri interminabili per poter trovare un posto auto obbligandoci a ritardi dovendo percorrere lunghi tratti a piedi in piazzali con temperature superiori ai 35 gradi!

La domanda è molto semplice: a chi giova un parcheggio vuoto? Si vuoto in quanto il parcheggio nel retro dei negozi è composto da due settori: il primo situato di fronte alla porta del retro dei negozi è stato numerato mentre lo stesso spazio opposto al primo non è stato numerato e pertanto rimarrà vuoto!

Forse le nostre auto parcheggiate all’esterno servono per giustificare alla direzione un aumento d’ affluenza e ingressi visto che noi operatori saremo costretti ad entrare dai cancelli principali ed essere conteggiati come clienti?

Basta con queste circolari giustificate da regolamenti e contratti stipulati sempre ed esclusivamente a vantaggio del centro senza tener conto del ben che minimo rispetto di noi lavoratori. Dope le giornate festive soppresse e l’orario prolungato alle 21 adesso ci tocca anche questo!

L’unica risposta a questo ulteriore sopruso è la disobbedienza !!

Abbiamo il diritto di entrare e lavorare senza che nessun direttore ci obblighi a maratone estive nei parcheggi e pertanto se non ci faranno entrare allora parcheggeremo davanti agli ingressi bloccando una volta per tutte questo centro che ogni giorno assomiglia sempre di più ad un campo di concentramento!

Manifesta il tuo disappunto inviando all’indirizzo e-mail:  HYPERLINK “mailto:info@fashiondistric.it” info@fashiondistric.it una e-mail con il seguente oggetto: vogliamo un parcheggio libero!

Cari colleghi se nulla sarà fatto come protesta da parte nostra allora prepariamoci al peggio in quanto la direzione del centro ha l’unico scopo di umiliare e mortificare il nostro sacrosanto diritto ad un lavoro dove gli operatori sono l’anima ed il cuore di questo centro. Senza di noi il centro muore!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...