Mantova: dimissioni per il primario Mario Luppi

pomaMANTOVA: DIMISSIONI PER IL PRIMARIO MARIO LUPPI
inqualificabili le sue dichiarazioni che fomentano la guerra tra poveri.

Firma e fai firmare la petizione per le dimissioni: bit.ly/firme-dimissioni-Luppi

Le dichiarazioni del primario leghista Luppi sulle difficoltà del Pronto Soccorso di Mantova sono inqualificabili. Troviamo assurdo che con giri di parole si mostri un fatto che non corrisponde alla realtà: una vigliacca provocazione elettorale che indica “extracomunitari e clandestini” come responsabili dei problemi del reparto del Carlo Poma. È la guerra tra poveri portata in corsia d’ospedale per dividere gli uomini anche nella sofferenza.

Indegno inoltre che parli proprio un membro di quella casta politico-affaristica che ha svilito e svenduto la sanità pubblica favorendo quella privata. Siamo al termine di un ventennio in cui la sanità pubblica, ancora di più quella lombarda gestita dalla banda Formigoni di CL, ha subito colpi molto pesanti. Nelle difficoltà del sistema pubblico si è inserita la sanità privata che, con la scusa di “fornire un servizio” trasforma la salute in un business multimilionario in cui l’importante è, ovviamente, il profitto: la sanità privata è già al 30% a livello regionale con il sistema del “privato accreditato”. I tagli alla sanità pubblica imposti dai Governi sono stati “amministrati”, tramite “riorganizzazioni” (cioè tagli), proprio dai manager provenienti dagli stessi partiti al governo della Regione o dello Stato centrale. La piaga della lottizzazione politica delle poltrone non si è mai fermata e, proprio la Regione Lombardia, è arrivata a consegnare migliaia di euro di bonus anche a chi è sotto inchiesta per corruzione e turbativa d’asta (Stucchi del Poma, quota Pdl/CL) e al “fedelissimo” manager dell’Asl Borelli (quota Lega Nord). Sul fronte del lavoro il personale del Carlo Poma ha affrontato una serie di tagli occupazionali, lavora da tempo sotto organico e con turni sempre più pesanti. In questo modo il servizio e l’assistenza ai malati si scontrano con i tagli che arrivano anche a diminuire ulteriormente il numero di posti letto disponibili che, dagli anni Ottanta, è stato letteralmente dimezzato.

Luppi ha responsabilità di alto livello all’interno del Carlo Poma e per questo chiediamo con forza le sue dimissioni per la pessima uscita che offende i lavoratori della sanità e i cittadini tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...