No alla guerra tra poveri, no ai fantasmi del fascismo

manifesto antifa appelloNO ALLA GUERRA TRA POVERI
No ai fantasmi del fascismo:
Per una società libera, giusta e solidale

/// 7 febbraio: mobilitazione cittadina ///
Dopo mesi di provocazioni con vandalismi notturni, aggressioni, raid contro sedi di partito/sindacato e strutture di accoglienza, le varie sigle neofasciste del mantovano si riuniranno il 7 febbraio per un corteo sulle foibe con il solito carico di numeri inventati e revisionismo storico. Le istituzioni ancora una volta stanno pericolosamente a guardare concedendo di fatto legittimità a gruppi che rivendicano con orgoglio i fascismi degli anni Trenta e che sono “eredi” dei movimenti neonazisti degli anni Settanta; gli stessi che assaltarono una manifestazione di Arcigay tre anni fa saranno liberi di sfilare davanti alla scuola dedicata a Luisa Levi, la bimba ebrea di Mantova deportata dai nazisti.

Succede mentre la crisi economica sta colpendo in egual modo la maggioranza della società: lavoratori italiani e stranieri, disoccupati, studenti, pensionati etc. Chi sta in alto comanda i media e la politica, e continua a fare profitto impoverendo milioni di persone e devastando i territori. È il momento in cui chi sta in basso può prendere coscienza e scegliere di ribellarsi: proprio a quel punto spuntano sempre fuori i burattini sciocchi e violenti del sistema, vecchi e nuovi fascisti che fanno il loro sporco teatrino di distrazione di massa. Predicano odio e indicano nelle minoranze un “nemico interno della nazione” contro cui scagliarsi: UNA GUERRA TRA POVERI CHE DIVIDE LE PERSONE NON SU BASE SOCIALE MA SULL’ETNIA, SULLA RELIGIONE, SULLA SESSUALITA’ E SULLA NAZIONALITÀ È UNO STRUMENTO DI CHI COMANDA PER DORMIRE SONNI TRANQUILLI.

Siamo uomini e donne che vivono e lavorano a Mantova, affrontando quotidianamente i problemi occupazionali, sociali e ambientali: l’ultima cosa che vogliamo è dover aggiungere anche il problema di invasati neonazisti in giro per la città. Per questo il 7 febbraio vogliamo costruire una mobilitazione cittadina insieme ad associazioni e movimenti, quartiere per quartiere, con volantinaggi e banchetti con cui fare controinformazione sulla guerra tra poveri e contro chi viene in città a fomentare odio facendo il burattino del sistema. È ora di ribaltare tutto il teatrino, i burattini e soprattutto chi li manovra e/o ci guadagna; perché la guerra tra poveri divide e fa combattere chi sta in basso mentre fa guadagnare chi sta in alto.

>> Per aderire e partecipare scrivici a gruppoequal@gmail.com

A questo percorso di mobilitazione contro i fantasmi del fascismo e contro l’infezione della guerra tra poveri hanno dato la propria adesione in poche ore:

(Associazione eQual)
Fiom
Comitato Peter Pan (Lunetta)
Comitato Cittadini di Viale Risorgimento
Centro Bruno Cavalletto
Arci Provinciale
Arci Virgilio
Arci Fuzzy
Arci Salardi
Anpi Mantova
Associazione di Mediazione Interculturale Al Nur

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...