Smontate le gru dei cantieri abbandonati a Lunetta

SMONgrulunettaTATE LA GRU DEI CANTIERI ABBANDONATI A #LUNETTA: IL PROGRESSO È ANCHE NEI FATTI CONCRETI

Dopo un lungo e paziente lavoro di pressione dal basso Comitato Cittadino “Peter Pan” LunettaFrassinoVirgiliana, Associazione LIBRA, eQual e gli abitanti di Lunetta hanno ottenuto un importante risultato per il quartiere: sono state smontate le gru abbandonate da anni nei cantieri mai terminati riaccendendo i riflettori sull’emergenza della speculazione edilizia in città.

C’è chi fa “politica” con gli annunci e con le mille luci del centro; c’è chi invece senza dignità divide i cittadini attaccando minoranze etniche e/o cavalcando i casi di micro-criminalità per cercare consenso elettorale. E intanto i reali problemi restano lì fermi, immobili, evitati per anni. Oppure si può scegliere di impegnarsi concretamente tirandosi su le maniche per ottenere cambiamenti, come piace fare a noi. Mantova, è evidente, per più di un decennio (politicamente di centrosinistra e di centrodestra) ha puntato troppo sulla febbre edilizia e ne è uscita sfigurata da migliaia di alloggi sfitti, centinaia di case mai terminate e decine di baracconi commerciali.

Ma non tutti si arrendono all’idea della “capitale del cemento”: due anni fa abbiamo partecipato con convinzione alla pulizia del cantiere “Cemi” in degrado avanzato, un’iniziativa senza precedenti ideata e resa possibile dal’Ass. Libra e dal Comitato Peter Pan. È stato però solo il primo passo e solo con un lavoro continuativo e determinato (una menzione speciale all’immenso lavoro di Claudio Spaggiari) finalmente le gru sono state definitivamente smontate.

Da un lato vorremmo che l’ex cantiere Cemi diventasse parco pubblico invece di attendere una colata di cemento; dall’altro che Regione e Comune acquisissero il cantiere della Piccola Frassine per concludere i lavori una volta per tutte. E nel frattempo ci siamo impegnati anche per la realizzazione di un nuovo campo da calcio libero nel quartiere: tutto questo è “diritto alla città”, senza grandi sponsor, bandi o archistar. Il cambiamento è possibile, ma niente arriva dall’alto, serve la partecipazione e la forza di tutte e di tutti ogni giorno, dal basso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...