ASSEMBLEA ASSOCIAZIONE EQUAL – Riflessione condivisa

15202628_1285523761489943_7174328781751464443_nASSEMBLEA ASSOCIAZIONE EQUAL – Riflessione condivisa dopo l’assemblea del 17 novembre

«La politica vera è quella che si fa insieme e che risponde a bisogni reali. Non ci hanno mai convinto e mai ci convinceranno coloro che ci chiedono deleghe in bianco e gli “uomini (o le donne) della provvidenza”, anche perché quasi sempre fanno gli interessi solo di pochi noti…»

Giovedì scorso si è svolta un’importante assemblea per la crescita della nostra associazione: un momento di confronto per fare il punto sulla situazione politica attuale, ma anche l’occasione per guardare al futuro. Quello a breve termine ci mette davanti il referendum costituzionale del 4 dicembre: una battaglia fondamentale che stiamo combattendo in prima linea da protagonisti.

La prospettiva sul medio termine ha messo al centro l’esigenza di una organizzazione sempre più forte per poter affrontare al meglio le sfide locali e nazionali. Ogni giorno agiamo politicamente sul territorio locale, ma non perdiamo mai di vista il “contesto generale”, sia esso nazionale o internazionale perché questo è il reale significato di un agire politico completo. Ci sentiamo parte di un grande fronte fatto di comitati, associazioni e realtà politiche e sociali che da nord a sud ogni giorno rimettono al centro i reali bisogni e le esigenze di milioni di cittadini e lavoratori e lottano per la giustizia sociale e per una reale democrazia.

Il prossimo momento di questo percorso sarà a gennaio, quando ci ritroveremo di nuovo tutti insieme, ma da qui ad allora ci siamo dati diversi compiti: vincere il referendum del 4 dicembre (votiamo NO!), raccogliere le disponibilità di tutti/e coloro i quali vogliono impegnarsi in prima persona nel gruppo operativo, confrontarci per decidere i percorsi interni di partecipazione, mettere a punto le migliori proposte per affrontare i temi che ci stanno più a cuore, dalla salute all’ambiente, dal diritto alla città al lavoro, essere sempre meglio organizzati.

Tocca a noi mettere in campo tutte le nostre energie, la nostra determinazione e la nostra fantasia!

Annunci

Il ritorno del Ciocapiàt: Renzi nuovamente contestato a Mantova

renziciocapiat2Oggi pomeriggio abbiamo portato un “saluto di benvenuto” al Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Lavoratori, studenti, cassintegrati e disoccupati: abbiamo portato con noi lo striscione “Ciocapiàt” srotolato mesi fa davanti al Teatro Bibiena. Come sempre lui chiuso nei palazzi e noi nelle strade.

In tutta Italia Renzi viene contestato duramente e in questi anni abbiamo fatto in modo che anche Mantova non facesse eccezione: prima ad aprile 2015 durante il suo tour elettorale, poi ad inizio anno con lo striscione “Ciocapiat” e oggi nuovamente in piazza Mantegna, nonostante il brevissimo preavviso e l’orario lavorativo.

Oggi abbiamo voluto portargli un avviso di sfratto. Il 4 dicembre, al #Referendum Costituzionale un’ondata popolare di NO dovrà cacciare via l’inquilino di Palazzo Chigi, l’ennesimo governo burattino che fa gli interessi di multinazionali e industriali, mentre con leggi come la Buona Scuola e il Jobs Act manda gli studenti a friggere le patatine a gratis e con i voucher legalizza sfruttamento e precarietà.

Il nostro #NO alle politiche antipopolari del Governo Renzi e alla riscrittura della Costituzione sarà forte e chiaro. È ora che al centro dell’agenda politica di questo paese vengano messi gli interessi dei lavoratori e dei cittadini!

#IODICONO
#NOpopolare

————–
*CIOCAPIAT: colui che dice e non fa, millantatore, ciarlatano, ma anche riferito a chi non riesce ad agire senza portarsi dietro una ineluttabile scia di disastrose conseguenze. Termine diffuso in nord Italia, in particolare tra Lombardia ed Emilia-Romagna

1.09 | Le ragioni del NO al Referendum – Corso di formazione

concept no– Giovedì 1° settembre presso sala del Centro Bruno Cavalletto, Via Tezze 6/a – Mantova

(Per ragioni organizzative è consigliata l’iscrizione, in fondo le info pratiche)

“L’informazione corretta, non falsificata, è premessa indispensabile per il voto consapevole dei cittadini, e chi ha le conoscenze necessarie deve metterle a disposizione di tutti”
[Stefano Rodotà]

– L’obbiettivo del corso di formazione è spiegare in modo chiaro, semplice e sintetico perché questa “riforma” – insieme alla legge elettorale Italicum – mette a rischio il principio costituzionale della sovranità popolare e quel che resta della nostra democrazia. Le televisioni e i giornali sono sotto il più o meno diretto controllo di banche, imprenditori e Governo e hanno già iniziato una campagna a senso unico. Per questo diventa ancora più importante essere formati e informati: toccherà ad ognuno/a di noi infatti diffondere le ragioni del NO con ogni mezzo disponibile, dal passaparola ai volantinaggi, dai social network al porta a porta.

INFORMAZIONI PRATICHE:

– Data: giovedì 1° settembre;
– Inizio: ore 21:10 (termine previsto per le 23:30 max);
– Luogo: Centro Bruno Cavalletto, via Tezze, 6/a – Mantova
– Relatore: Giovanni Zavattini ( Comitato per il No Referendum Costituzionale Mantova)
– Costo: nessuno, il corso è gratuito
– Iscrizione: scrivici attraverso la pagina di eQual o manda una mail a gruppoequal@gmail.com
– Termine iscrizioni: martedì 30 agosto.

In marcia sui sentieri partigiani – report della II edizione

montesolesmallSuccesso per la seconda edizione dell’escursione popolare di eQual. Dopo l’esperienza dell’anno scorso a Montefiorino, quest’anno da Mantova per la nostra “gita sociale” abbiamo ripercorso in tanti/e le tracce della Brigata Stella Rossa, la leggendaria formazione partigiana del “Lupo” Mario Musolesi e dei suoi uomini, giovanissimi contadini e operai della zona, che tennero testa all’esercito nazista e ai loro collaborazionisti italiani con sabotaggi e azioni di guerriglia.

Accompagnati da una guida storica abbiamo visto e toccato con mano il terrore dell’orrendo eccidio dell’autunno del 1944 che ancora oggi emerge dalle storie dei brandelli di case devastate, dalla chiesa squarciata e del piccolo cimitero. Grazie all’ANPI di Marzabotto abbiamo incontrato Ferruccio Laffi, testimone di quei giorni in cui perse tutta la sua famiglia (14 persone, tranne lo zio) trucidata dalle SS; nelle sue parole commosse c’è la memoria viva, un seme da coltivare ogni giorno per combattere odio, guerra e ingiustizie sociali.

Ogni giorno perché la sua memoria ed i suoi valori accendano luci nel buio di quest’epoca. Ogni giorno perché i burattini del sistema che fomentano la guerra tra poveri vanno combattuti insieme al teatrino che li sorregge. Ogni giorno perché chiunque limita la libertà delle persone, attenta ai diritti dei lavoratori, devasta l’ambiente o stravolge la Costituzione è sull’altro lato della barricata. Ogni giorno perché senza memoria, o con una memoria compromessa dalle patacche del revisionismo storico, si vive male.

Ogni giorno perché non ci dimenticheremo di quei fori di proiettile sulle croci del cimitero, sparati ad altezza bambino.

16.7 – in marcia sui Sentieri Partigiani II

montesole equal16.07 | Mantova-Marzabotto (Bo)
IN MARCIA SUI SENTIERI PARTIGIANI II

Sabato16 luglio – La seconda edizione di “in marcia sui sentieri partigiani”: escursione popolare sulle orme della Brigata “Stella Rossa” nella zona di Montesole, sull’appennino bolognese.
L’associazione eQual organizza una nuova gita sociale della memoria: il 16 luglio torniamo sui luoghi di battaglia dove più di settant’anni fa contadini e operai antifascisti diedero vita ad una delle più importanti brigate combattenti della resistenza italiana; una delle formazioni capaci di seminare il panico tra le fila dei nazisti e dei loro fantocci repubblichini italiani. Fino al drammatico epilogo dell’autunno 1944 in cui le ss scatenano violente rappresaglie contro i civili che appoggiano in massa le operazioni partigiane e che culminano con la drammatica strage di Marzabotto.

Cammineremo insieme tra la memoria viva dei sentieri, degli alberi e delle pietre che raccontano le storie del nostro passato, l’eco di una guerra combattuta tra chi partiva volontario nel nome di libertà e uguaglianza e chi serviva i fautori di dittatura e diseguaglianze sociali. Lo facciamo perché quella Storia con la S maiuscola è alla radice del nostro impegno e perché in un mondo nuovamente colmo di ingiustizie, la Resistenza è un obbligo civile, morale e politico.

Saremo accompagnati dai responsabili del Museo del parco di Monte Sole che ci racconteranno la storia del territorio e della brigata “Stella Rossa”; un momento comunitario e sociale per stare insieme e costruire nuova consapevolezza contro le finte memorie condivise di cartapesta e i “mal di Pansa” che generano revisionismi storici indegni.

Oggi come ieri, in cammino e in lotta per un mondo
di libertà, uguaglianza e giustizia sociale

———————————————————————–

Informazioni pratiche:

Partenza ore 7:20 da casello Mantova Nord
(7:30 Pegognaga). Rientro per le 19:15 circa.
Escursione sui sentieri di Montesole con accompagnamento di una guida storica
(percorso adatto a tutte le età).

Quota di iscrizione 20 euro (13 euro per studenti e inoccupati, 5 euro per i bambini)
Per informazioni / prenotazioni: mandaci una mail alla pagina facebook, o a gruppoequal@gmail.com

Lunetta: si riparte da qui

lunetta quiPoche parole per commentare il riuscito incontro che si è svolto giovedì scorso a Lunetta.
Siamo veramente felici del percorso intrapreso insieme al Comitato Cittadino “Peter Pan” LunettaFrassinoVirgiliana, Associazione LIBRA e a RE-MEND_Progetti di Rigenerazione Urbana e Architettonica all’interno del quartiere e dei risultati fino a qui raggiunti. Il prossimo passo sarà l’intervento all’interno del cantiere SAE di Via Cadore: un’area abbandonata di oltre 20 mila metri quadrati che vogliamo restituire alla collettività dopo il disastroso risultato di una speculazione edilizia vecchia oltre venti anni.

Siamo convinti che solo attraverso la partecipazione e il protagonismo degli abitanti sia possibile continuare a costruire un quartiere diverso. Un quartiere dove non ci sia spazio per paura e degrado, dove a decidere siano i cittadini, un quartiere dove si combatta insieme per i propri diritti, per la difesa dei servizi pubblici e per il miglioramento delle condizioni di vita.

Organizzandoci insieme in modo libero ed autonomo ed operando un continuo controllo dal basso, sono già stati raggiunti diversi risultati: dalla pulizia del cantiere CEMI nel 2014 (su iniziativa di Libra e comitato Peter Pan) alla rimozione delle gru pericolose, fino alla realizzazione del nuovo campo da calcio libero.

Sono solo esempi, ma proviamo a pensare a cosa si potrebbe raggiungere se un tale movimento crescesse e contagiasse tanti e tante… Noi ci crediamo! Avanti!

Primo Maggio: Festa dei Lavoratori a San Giacomo Po (Mn)

A San Giaprimomaggiowebcomo Po (MN) il 30 aprile e il PRIMO MAGGIO  si terrà la storica festa popolare animata da bancarelle, musica, forze sociali e buon cibo. Un grande momento di socialità in occasione della Festa dei Lavoratori. Uniti siamo tutto | United we stand | في الاتحاد قوة | Gemeint sind wir Alle | متحدہ، ہم کھڑے رہیں گے |

 ★SABATO 30 APRILE ★

18.30 dibattito “Scuola, lavoro, beni comuni e Costituzione: per una stagione di referendum”

19.00 APERTURA STAND GASTRONOMICO
con piatti tipici (anche veg)

21.00 Musica live con:
ALE MASK (musica d’autore)

★ DOMENICA 1 MAGGIO★

11.30 APERTURA STAND GASTRONOMICO
con piatti tipici (anche veg)

Dalle 14.30 musica live con:

• MUSICANTI D’LA BÀSA (Musica popolare / Tradizionale da ballo)
• THE MORIARTY’S (Blues / Rock ‘n’ Roll)
• MONSIEUR GUSTAVO BISCOTTI (Post-Punk/Hc)
• LOBBY BOYS (Lo-Fi / Shoegaze)
• DARK SIDE OF BRESCIA DJ SET: DANDY NOIR e le farfalle nere LUCRETIA BORSCI + MARIKA STEEL (Synth-pop / New Wave / Goth Rock)

| All’interno della festa saranno attivi ristorante e bar | Banchetti di associazioni e artigianato| Area bimbi |

✈ L’area festa si trova a San Giacomo Po, frazione di Bagnolo San Vito (Mn) – Uscita autostradale A22: Mantova Sud

★ La festa è organizzata da: Rifondazione Comunista Mantova e Bagnolo San Vito e dall’Associazione eQual

Solidarietà ai metalmeccanici in sciopero

13029712_1088990974476557_8748808847060278009_oQuesta mattina abbiamo partecipato alla manifestazione di Mantova per lo sciopero dei lavoratori metalmeccanici. La lotta degli operai per il rinnovo del contratto riguarda tutti/e e l’adesione dalle varie fabbriche della provincia (Belleli, Cima, Bondioli&Pavesi, Zanetti, Piusi, Comer, Berman, Marcegaglia, etc.) è stata altissima.

In Italia e nel nostro territorio c’è chi si arricchisce sulle nostre spalle (portando pure i capitali all’estero) mentre i lavoratori sono costretti a subire le delocalizzazioni e l’aumento della precarietà (voucher e Jobs Act) e chi lavora fatica sempre di più per stipendi sempre più bassi. Provano in tutti i modi a dividerci, ma questo attacco violento non fa distinzioni tra lavoratori italiani o stranieri e colpisce anche l’istruzione, la sanità e i beni comuni. Per questo la solidarietà tra lavoratori di diverse categorie, ma anche tra studenti, pensionati e inoccupati diventa ancora più importante. È ora di dire basta e invertire la rotta contro l’arroganza del Governo e degli imprenditori-padroni partendo dalla difesa del contratto nazionale e dagli aumenti salariali. Per questo abbiamo partecipato allo sciopero uniti e determinati.

9.4 | Il Sole Contro

ilsolecontrooffSabato 9 aprile
@Arci Virgilio – Vicolo Ospitale, Mantova
________________

IL SOLE CONTRO
7 luglio 1960, Reggio Emilia
________________________

Ore 17.15
Presentazione del Documentario Il Sole Contro – 7 luglio 1960 Reggio Emilia – con il regista Giuliano Bugani e il produttore Matteo Pioppi (Bébert Edizioni)

Documentario di inchiesta che attraverso le voci di chi era in piazza ripercorre i fatti del 7 luglio 1960 a Reggio Emilia, giorno nel quale la polizia del governo Tambroni sparò sui manifestanti causando cinque morti durante lo sciopero generale contro il governo DC-MSI.

Dalle ore 19.30
Aperitivo di autofinanziamento

Ingresso libero con tessera Arci

Evento verso il 25 aprile organizzato da Associazione eQual in collaborazione con Arci Virgilio Club e con l’adesione di ANPI Mantova – Sezione “Felice Tolazzi”

Una tonnellata di arance solidali

gasfbA San Benedetto Po sono arrivate oggi, venerdì 25 marzo, una tonnellata di arance divise in oltre un centinaio di casse ed alcuni prodotti tipici calabresi ordinati dal Gruppo di Acquisto Solidale “Il Filo di Paglia” organizzato dall’associazione eQual, a cui hanno partecipato anche i soci del Manto-Gas e il circolo Arci Fuzzy di #Mantova.

Dopo gli ordini di pasta, birre artigianali e caffè, questo è uno dei primi ordini che viene spedito a Mantova direttamente da Rosarno dalla neonata cooperativa “Mani e Terra” che raccoglie l’eredità dell’associazione SOS Rosarno consolidandone l’esperienza all’insegna della giustizia sociale e della sostenibilità ambientale. Attraverso l’organizzazione di un Gruppo d’Acquisto si possono avere beni di consumo di qualità, etici e ad un prezzo contenuto. La pratica dell’acquisto collettivo di beni di consumo, con un approccio critico al meccanismo di imposizione dei prezzi da parte delle catene di supermercati ai produttori, è in espansione anche in Italia ed evidenzia come sempre più spesso le persone comuni, unite, possono e vogliono fare la differenza, anche attraverso scelte quotidiane consapevoli.

L’acquisto in gruppo, inoltre, contribuisce ad abbassare considerevolmente il prezzo dei prodotti, a vantaggio di chi acquista. Il paniere scelto dagli attivisti dell’Associazione eQual comprende solo fornitori riconosciuti come promotori di una visione etica volta a tutelare la dignità dei lavoratori e la sostenibilità ambientale. Con il Gruppo d’Acquisto Solidale vogliamo contribuire ad ampliare il raggio d’azione delle buone pratiche che possono aiutarci a migliorare questo mondo, anche attraverso piccoli gesti.

Per il ritiro dei prodotti ordinati, l’appuntamento è per il tardo pomeriggio di oggi, dalle 18.00 alle 20.00, presso la sala-bar del Circolo Arci Primo Maggio di San Benedetto Po, via Trento 9.

Il prossimo ordine imminente sarà quello di saponi per il corpo e prodotti per la casa mentre per quanto riguarda birra, pasta e caffè le ordinazioni ricominceranno il 24 aprile e proseguiranno fino all’8 maggio. Per informazioni: gas.ilfilodipaglia.equal@gmail.com