Primo Maggio 2017: cinque anni in cammino, insieme

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un pranzo popolare nella storica corte Frassinara a Roncoferraro e un lungo brindisi mentre fuori infuriava la bufera: questa la nostra festa del Primo Maggio e dei primi cinque anni di eQual. Un lustro iniziato con lo slogan “un torto fatto a uno è un torto fatto a tutti” e proseguito grazie all’impegno generoso di tante e tanti in nome della libertà, dell’uguaglianza e della giustizia sociale e ambientale.

Compiamo gli anni in una data meravigliosa, nel giorno che da più di cent’anni mette al centro i lavoratori e le lavoratrici di tutto il mondo: il Primo Maggio abbatte i confini, le religioni, le razze, ed è una festa internazionalista, strappata con la lotta, che serve a ricordare a tutti chi produce realmente la ricchezza della società. E a chi comanda questa data fa ancora paura: se il fascismo l’aveva abolita, il regime democratico cerca da anni di neutralizzarla aumentando lo sfruttamento, fomentando la guerra tra poveri e tra lavoratori, e provando a ridurla a una generica festa del “lavoro”.

Un filosofo tedesco diceva cerstehe “uno spettro si aggira per l’Europa” perché le mani che controllano il mondo economico, industriale e i burattini politici, erano e sono terrorizzate dall’idea che un popolo unito di milioni di persone possa rovesciare il loro tavolo truccato . Non c’è dunque un minuto da perdere: continuiamo ad organizzarci per pretendere il cambiamento; c’è un futuro da conquistare, insieme.

Annunci

Primo Maggio eQualitario

mai2017Quest’anno il nostro primo maggio torna alle origini di condivisione e festa. A Quingentole in riva al Po, per la Festa dei Lavoratori 2017 all’insegna della tradizione e del futuro: la tradizione di un evento celebrato “come una volta”, unita al futuro di libertà, solidarietà e giustizia sociale da conquistare.

Dalle 11 ci sarà spazio per tutte le possibilità: per chi vorrà prenotarsi (*) prepareremo grigliata di carne o vegetariana (con un piccolo contributo per la spesa), per chi invece volesse aggregarsi all’ultimo e/o preferisse non delegare la “nobile arte della griglia”, sarà a disposizione la “griglia libera” con le braci mantenute ardenti per tutto il pomeriggio!

Per brindare acqua e vino (ovviamente rosso)!

In clima di condivisione, oltre alla possibilità della griglia aperta, invitiamo tutti/e a partecipare attivamente portando cibi (torte salate, dolci, etc) o bevande da condividere insieme! Ci sarà la possibilità di sedersi a tavola ma anche tanto spazio per stendere teli.

Nel pomeriggio possibilità di escursione sul fiume con la #StaffettadelPo

* – PER PRENOTARTI PER LA GRIGLIATA CONTATTACI TRAMITE LA PAGINA FB, CON UNA MAIL A GRUPPOEQUAL@GMAIL.COM OPPURE CON SMS/MESSAGGIO WA AL 3405759764.

05.9 | RICE UP #2 – Cena sociale di eQual

Senza titolo-1

Sabato 5 settembre 2015
presso Arci Virgilio 
vicolo Ospitale 2/6 – Mantova (quartiere San Leonardo)

R I C E U P ! #2
“La rivoluzione parte anche dalla tavola” 
(dalle ore 20)

➟ L’associazione eQual invita i propri iscritti e simpatizzanti ad una serata sociale all’insegna della buona cucina. Ci ritroveremo a Mantova ospiti della struttura di Arci Virgilio per cenare e mettere in pratica lo slogan “la rivoluzione parte anche dalla tavola”: lo stare insieme in modo conviviale ed il gustare prodotti a basso sfruttamento del terreno e di chi lavora, slegati dalle grandi catene dell’industria alimentare, mettono le basi per una alternativa sociale e di condivisione prima che politica.
L’evento è anche una occasione per sostenere economicamente le attività dell’associazione eQual, una realtà indipendente e libera che da tre anni e mezzo è impegnata nella ricostruzione di un profilo concreto e credibile di impegno socio-politico di base, di solidarietà tra lavoratori e in sostegno del diritto alla città avversato da politici e speculatori privati a danno del bene comune dei cittadini.

➟ Il Menù della serata sarà pubblicato prestissimo con attenzione anche per vegetariani e vegani o, su segnalazione, anche per celiaci e/ o per chi soffre di intolleranze particolari.)

Sottoscrizione minima: 
15 euro lavoratori, 12 euro studenti e disoccupati
(Non è richiesta alcuna tessera)

È gradita la prenotazione via mail (gruppoequal@gmail.com) o messaggio privato alla pagina di eQual.

➟ Agli iscritti si ricorda l’appuntamento del pomeriggio in cui si terrà una assemblea generale dell’associazione per trarre un bilancio del lavoro svolto e individuare le prospettive per i percorsi futuri.

Lavoratori Sottocosto: azione al Gigante

Oggi abbiamo effettuato una “beffa” nei confronti dell’ipermercato “Il Gigante” di Curtatone. Nel pomeriggio abbiamo apposto manifesti e distribuito volantini che invitavano, ovviamente in modo sarcastico, all’acquisto “sottocosto” dei lavoratori del centro. Anche quest’anno per il primo maggio “Il Gigante” sarà aperto, così come le domeniche e per ogni festività. Lo può fare grazie alla creazione di falsi bisogni nei consumatori, che potrebbero comunque acquistare anche in giorni diversi dalle festività e alla attuale giungla di contratti, a cui si aggiungono i ricatti legati alla precarietà e alla crisi occupazionale.
Abbiamo voluto riprendere la grafica ed il linguaggio del colosso della grande distribuzione per ribaltarne la propaganda “amichevole”, mettendo “a nudo” la precarietà e lo sfruttamento nascoste dietro alla “benevolenza” delle aperture festive.

L’azione si inscrive in una lunga serie di iniziative sul tema del lavoro che eQual ha realizzato nell’ultimo anno per solidarizzare con i lavoratori che stanno subendo gli effetti più nefasti della crisi e, come nel caso della grande distribuzione organizzata, sensibilizzare i cittadini sull’importanza di evitare di fare acquisti nei giorni di festa.

eQual

Il manifesto "ritoccato"

Il manifesto “ritoccato”

I volantini distribuiti all'entrata

I volantini distribuiti all’entrata

Manifesti attaccati nelle aree carrelli

Manifesti attaccati nelle aree carrelli

Manifesti appesi un po' dovunque

Manifesti appesi un po’ dovunque

Foto_Gogante_5

Galleria

2 giugno e la Repubblica che vogliamo: solidarietà, partecipazione e giustizia

Il 2 giugno 1946 nasceva la nostra Repubblica, fondata sui valori della Resistenza, concretizzati e resi espliciti poi nella Costituzione repubblicana. Quegli stessi valori sono più che mai attuali, eppure, a settant’anni di distanza, stiamo assistendo ad una rimozione dei … Continua a leggere